Aggiunte, modifiche da fare a questa pagina? Segnalatelo!

Realizzazione Antonio Genna

Il mondo dei doppiatori
La pagina di ANNA BOLENS
Foto di Anna Bolens


File audio: non presente

Morta il 6 ottobre 2002. Fondatrice della Compagnia Teatrale che porta il suo nome.


Alcuni attori e personaggi doppiati:
FILM CINEMA
  • Marie Lohr in "Pigmalione" (Sig.ra Higgins, ediz. 1982)

SOAP OPERA E TELENOVELAS
  • Carmem Silva in "Cara a cara" (Milò), "Nido di serpenti" (Maria Clara)


 


Altre attività:
TEATRO
  • Inizia la carriera artistica nel 1936 come prima attrice giovane nella compagnia di Guglielmo Giannini, dopo aver già lavorato, nei tre anni precedenti, con vari gruppi teatrali.

  • Nel 1937 è scritturata nella compagnia di rivista dei F.lli Cavalieri e Aldo Fabrizi.

  • Nel 1938/39, insieme a Stival, Sabatini e Zareschi è nella compagnia di Kiki Palmer, sempre come prima attrice giovane.

  • Nel 1939/40/41 è nella compagnia di Memo Benassi con Carli e Zareschi (la Bolens è stata una Paolina ora stupefatta e ingenua dolorante, ora fremente di stordite illusioni, ha avuto ottimi passaggi).

  • Nel 1943/44 è nella compagnia di Gilberto Govi. (Anna Bolens, un'attrice di talento e di fresche doti).

  • Nel 1944/45/46 prende parte alla fondazione del Teatro d'Arte di Genova (ora Teatro Stabile), diretto da Ivo Chiesa, con Morino, Albani, De Ceresa, Lupo.

  • 1946/47: Nasce il primo nucleo della Compagnia Anna Bolens, con sede a Genova. (Anna Bolens è passata attraverso tre climi tanto lontani con una sensibilità e con una versatilità che le fanno onore. Le frasi rotte e affannose della protagonista di Cocteau, la popolaresca veemenza di quella di Cecov, ma soprattutto l'oscuro, doloroso tormento di "Pel di carota", hanno trovato in lei un'interprete di bella immediatezza, che il pubblico ha festeggiato con calore ad ogni chiusura di sipario).

  • Nel 1952/53/54 oltre alle produzioni radiofoniche e televisive RAI di Milano e Torino (parteciperà alla prima trasmissione televisiva di Radio Torino con troupe americana), continua il lavoro con Govi con sempre maggiore successo. (Anna Bolens porta al teatro dialettale un prezioso contributo di eleganza e di gusto acquistati in anni di dure ed impegnative esperienze).

  • Tra il 1955 e il 1960 è un continuo alternarsi tra lavoro radiotelevisivo e teatrale, anche con Govi.

  • Nel 1960/61 è nella compagnia diretta da Alfaro ne "Delitto all'isola delle capre" di Betti. (Anna Bolens attrasse l'attenzione parola per parola).

  • Nel 1961/62 viene formata definitivamente, per opera della Bolens e di Ariano Praga, la Compagnia Anna Bolens, con la fondazione del Teatro Club di Torino con sede a Palazzo Graneri. La Compagnia realizza in questi anni un'intensa attività artistica, collaborando con numerose associazioni culturali.

  • Nel 1967/68/69 viene chiuso, per ragioni familiari, il Teatro Club e ne viene aperto uno omonimo ad Asti, dove vengono anche realizzati corsi di animazione e drammatizzazione anche per bambini con handicap mentali.

  • Nel 1970/71/72/73 continua l'attività della Compagnia e quella di attrice radiotelevisiva.

  • Nel 1976/77 viene scritturata dal Teatro delle Dieci di Torino per la messinscena di "Trappola per Topi" di Agatha Christie, spettacolo che resterà in scena per due stagioni consecutive, con grande successo di pubblico.

  • Nel 1978/79 realizza importanti produzioni teatrali come attrice e come regista: "Il pellicano" di Strindberg, "Sancta Susanna" di Stramm e altre.

  • Nel 1979 viene inaugurato il Teatro d'Uomo di Torino, sede della compagnia fino al '97. Attività di prosa come attrice e regista, importanti collaborazioni artistiche e culturali, messinscena di autori e testi inediti. Ricordiamo tra tutti "Medea" di Seneca, Ionesco, Peguy, Feydeau.

  • Nel 1983/84 festeggia i 50 anni di attività con l'interpretazione de "Il bugiardo", "La voce umana" e "Il fantasma di Marsiglia", tre monologhi di Jean Cocteau (l'ultimo dedicato dall'autore stesso alla Bolens, con lettera autografa) già interpretati negli anni '50 e '60.

  • Tra il 1985 e il 1992 interpreta e allestisce grandi testi, molti in prima nazionale. Fra tutti ricordiamo almeno "Ecuba" di Euripide con la regia di A. Tosco, Beckett, Camus, Williams, Coward, Shakespeare.

TELEVISIONE
  • Sceneggiato: "Passioni" (RaiUno, 1989)

RADIO
  • Sceneggiato: "Atomi in famiglia" (Radio Rai, 1968), nel ruolo di Rose


AntonioGenna.net presenta IL MONDO DEI DOPPIATORI © 2001 e anni successivi Antonio Genna
E' consigliata una risoluzione 1024 x 768 con Microsoft Internet Explorer versione 5 o superiore
E' vietato inserire in altre pagine il materiale presente in questo sito senza esplicita autorizzazione!


Torna all'indice dei doppiatori

Torna alla home page del sito